La Storia

Cipolle sul carro

Alcune testimonianze e documentazioni fanno risalire la coltivazione della Cipolla di Suasa, nel comune di Castelleone di Suasa e nel comune limitrofo di San Lorenzo in Campo, ai primi del ‘900 ed è valso ai suoi abitanti il nome di “cipollari”.

Nel dopoguerra sono stati elencati, nel libro di Luigi Speranzini "Cipolle e Cipollari, un viaggio nella memoria", ben 24 coltivatori di cipolle a Castelleone di Suasa ed a San Lorenzo in Campo ben 36.

Nel 1999 le Amministrazioni comunali di Castelleone di Suasa e San Lorenzo in Campo con il contributo della Provincia di Ancona e dell’agenzia ASSAM hanno iniziato un programma di riscoperta, valorizzazione e divulgazione di questo prodotto tipico.

L’Istituto Sperimentale Statale di Monsampolo del Tronto ha provveduto alla selezione genetica del seme per individuare l’ecotipo originale e per migliorare la qualità del bulbo.

L’Associazione Turistica ProSuasa ha portato alla conoscenza del pubblico questo prodotto riscoperto organizzando l’annuale Festa della Cipolla.